Credito d'imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura (c.d. "Art-Bonus") - Riepilogo della disciplina e dei chiarimenti ufficiali

Credito d'imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura (c.d. "Art-Bonus") - Riepilogo della disciplina e dei chiarimenti ufficiali

L'art. 1 del DL 31.5.2014 n. 83, entrato in vigore l'1.6.2014 e convertito nella L. 29.7.2014 n. 106, ha introdotto un credito d'imposta per favorire le erogazioni liberali in denaro:

  • a sostegno della cultura e dello spettacolo;
  • effettuate da persone fisiche e giuridiche (c.d. "Art-Bonus").

La nuova misura agevolativa:

  • è finalizzata a favorire e potenziare il sostegno del mecenatismo e delle liberalità al fondamentale compito dello Stato di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale;
  • si pone in espressa deroga temporanea alle vigenti disposizioni del TUIR in materia di erogazioni liberali a favore della cultura e dello spettacolo.

Inoltre, è stato abrogato l'art. 12 del DL 8.8.2013 n. 91 (conv. L. 7.10.2013 n. 112), che recava disposizioni per agevolare le donazioni di modico valore in favore della cultura.

Con la circ. 31.7.2014 n. 24, l'Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti ufficiali relativi alla nuova misura agevolativa.

In allegato si riepiloga la disciplina dell'"Art-Bonus", alla luce dei chiarimenti forniti.

 

Allegato Allegato: 2014 - 20 - informativa - Credito d'imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura (c.d. Art-Bonus) - Riepilogo della disciplina e dei chiarimenti ufficiali.pdf